modena
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
SPETTACOLI

Storchi e Passioni, al via la stagione teatrale

Aperta da martedì 11 settembre la campagna abbonamenti per la stagione 2012-2013 di Teatro Storchi e Teatro delle Passioni.
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Sarà il Teatro delle Passioni ad ospitare l’apertura della stagione 2012-2013, mentre si dovrà attendere l’8 dicembre per l’apertura del Teatro Storchi con un fuori programma: uno spettacolo di Babilonia Teatri, tra le più brillanti e rivoluzionarie realtà italiane del teatro di ricerca. A Modena presenterannoPinocchio, progetto che coinvolgerà in un’unica performance una decina di attori della compagnia Amici di Luca – formata da persone uscite dal coma che hanno intrapreso da tempo un percorso terapeutico – e cinque attori della compagnia.

 

Sul palco delle Passioni vi saranno ben tre lavori realizzati grazie ai cantieri transnazionali finalizzati alla creazione di percorsi per giovani attori: oltre a Karamazov, spettacolo dove l’amatissimo César Brie ha diretto giovani allievi di un laboratorio, vedremo Studio sul Simposio di Platone per la regia di Andrea De Rosa, giovane regista già direttore del Teatro Mercadante di Napoli, e Ifigenia in Aulide di Euripide per la regia di Marco Plini, di cui gli spettatori ricorderanno la messa in scena di ‘Freddo’ di Lars Norèn.
Sempre al Teatro delle Passioni il debutto di Clôture de l’amour, versione italiana dell’applauditissimo spettacolo presentato in versione originale al Festival VIE 2012, in cui il talentuoso regista e autore francese Pascal Rambert dirigerà Luca Lazzareschi e Anna Della Rosa, giovani ma già affermati protagonisti della scena teatrale italiana. Un confronto teso e lucido sulla fine della storia d’amore di una giovane coppia, un testo straordinario capace di coinvolgere chiunque.

 

Sempre al Teatro delle Passioni anche Francamente me ne infischio, il ciclo che Antonio Latella dedica a ‘Via Col Vento’, romanzo di Margaret Mitchell reso celebre dalla versione cinematografica di Victor Fleming, cui il regista napoletano si ispira liberamente: Francamente me ne infischio è un progetto composto da cinque episodi, una maratona che può essere gustata in parte o intera, in un’unica giornata.
Luciano Colavero, già finalista al Premio Riccione e assistente di Peter Stein, metterà in scena Sono soltanto animali, testo scritto a quattro mani con Federico Olivetti, di cui sarà unico protagonista Antonio Tintis, attore della fortunata produzione di Emilia Romagna Teatro La Resistibile ascesa di Arturo Ui il cui regista Claudio Longhi ritroviamo quest’anno allo Storchi con un nuovo lavoro: Il ratto d’Europa. Per un’archeologia dei saperi comunitari. Un progetto teatrale complesso, concepito non come un semplice allestimento scenico, bensì pensato nella forma di un lavoro collettivo, partecipativo, realizzato in collaborazione con la cittadinanza modenese che ne sarà protagonista. Una riflessione molto attuale sull’Europa che si trasforma in un viaggio alla ricerca di un futuro possibile. 
Il regista siciliano Roberto Andò firma la regia di Leonilde, un omaggio di Sergio Claudio Perroni alla vita di Nilde Jotti di cui sarà protagonista la brava Michela Cescon.
Laura GIbertini, giovane e talentuosa danzatrice modenese, dedica il suo assolo di danza alla scrittrice francese Virginie Despentes già autrice di Baise-moi, romanzo poi divenuto film che suscitò grande scandalo nell’opinione pubblica. Io, Virginie trae ispirazione da King Kong Girl, un testo duro, provocatorio, che tratta temi forti come lo stupro e la pornografia, con una scrittura che passa dall’asprezza dell’invettiva alla tenerezza dei ricordi. 

 

Sul palco dello Storchi troviamo Troiane di Euripide nella lettura registica che ne fa Marco Bernardi, direttore artistico dello Stabile di Bolzano che produce anche Exit, testo del trentacinquenne Fausto Paravidino, brillante attore e drammaturgo il cui ‘La malattia della famiglia M.’, ha già avuto l’onore di essere allestito sul palco della Comedie Française a Parigi.
Il milanese Teatro dell’Elfo, compagno di lavoro di Emilia Romagna Teatro nel pluripremiato Angels in America, presenta al Teatro Storchi The History Boys di Alan Bennett, spettacolo con un cast giovane e convincente che ha saputo guadagnarsi ben tre Premi Ubu nel 2011: Miglior Spettacolo dell'anno, Miglior Attrice non protagonista (Ida Marinelli), Nuovo attore under 30 (gli 8 ragazzi). Sempre Teatro dell'Elfo presenta al Teatro delle Passioni Rosso, spettacolo ancora fresco di debutto, un omaggio al celebre pittore statunitense di origine lituana Mark Rothko morto suicida nel 1970 e oggi fra gli artisti più quotati al mondo.

 

Il palcoscenico dello Storchi, continua a proporre un cartellone che sa riservare la giusta attenzione ai grandi protagonisti della scena teatrale italiana nel segno costante della qualità. Torna a Modena Alessandro Gassman in una prova d’attore di grande impegno: sarà infatti sul palco nelle vesti di Riccardo III grande eroe tragico tratteggiato mirabilmente da Shakespeare. Ritroviamo Luca Zingaretti volto celebre del piccolo schermo qui autore e regista di Torre d’avorio, testo del drammaturgo sudafricano Ronald Harwood sulla necessità di schierarsi nella società civile. Sempre Harwood, per una felice coincidenza, è l’autore di Servo di scena, testo che porterà a Modena un grande protagonista della scena come Franco Branciaroli. 
Paolo Rossi torna a Modena con una lavoro di ispirazione chiaramente autobiografica L’amore è un cane blu. e la rivoluzione pure 
Eros Pagni, attore amatissimo dal pubblico modenese torna a Modena con la compagnia dello Stabile di Genova, nella nuova messa in scena de La Scuola delle Mogli di Molière. 
Sarà Mario Martone regista teatrale e cinematografico e direttore artistico del Teatro Stabile di Torino, a firmare la regia del suo nuovo lavoro Serata a Colono da un testo di Elsa Morante, in cui Martone dirige un cast in cui spicca un sempre grande Carlo Cecchi.
Ancora: ART testo di Yasmina Reza già autrice del celebre Dio delle Carneficina che ha avuto una recente versione cinematografica diretta da Roman Polanski porta sul palco dello Storchi tre ottimi attori: Alessio Boni, Alessandro Haber e Gigio Alberti. 
Completano il cartellone dello Storchi due debutti assoluti per l’Italia: Onegin Commentaries che il lettone Alvis Hermanis, artista molto amato da Emilia Romagna Teatro e regista di Le Signorine di Wilko, porta in Italia con gli interpreti della sua compagnia del Nuovo Teatro di Riga e, in anteprima assoluta, la nuova creazione di Pippo Delbono dal titolo, ancora provvisorio, di Orchidee. Delbono torna a Modena dopo il tutto esaurito registrato al Teatro Comunale di Modena con Dopo la battaglia, spettacolo vincitore del Premio Ubu come spettacolo dell’anno.

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemodena@ilsitodimodena.it