modena
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
Sunday, 23 November 2014 - 19:30
X
MULTIUTILITY

Hera non smette di crescere, nel 2011 bilancio da +12%

Continua anche nel 2011 la crescita che ha caratterizzato il Gruppo sin dalla sua costituzione, nel 2002. I ricavi superano i 4 miliardi, MOL a 644,8 milioni (+6,2%). Dividendo confermato a 9 centesimi
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nonostante la crisi economica che stiamo attraversando, il bilancio del Gruppo Hera evidenzia anche nel 2011 una costante crescita dei risultati, grazie ai progressi ottenuti in quasi tutte le aree di attività, con particolare riferimento alle attività nei settori energia. I ricavi salgono a 4.105,7 milioni (+12,0% rispetto a 3.666,9 milioni del 31/12/2010), grazie al contributo di tutti i servizi presidiati. Il forte sviluppo delle vendite elettriche, in particolare nell'area della salvaguardia, ha sostenuto la crescita dei ricavi consolidati.

 

LE CIFRE - Il MOL (movimento operativo lordo) mostra una crescita, salendo a 644,8 milioni, del +6,2% rispetto ai 607,3 milioni del 31/12/2010. Ciò grazie al buon andamento delle aree energia elettrica, gas e dei servizi regolati (idrico e igiene ambientale). Il risultato operativo è pari a 334,5 milioni (+6,1%), mentre l'utile ante-imposte sale a 221,2 milioni (+7,6%). L'utile netto, dopo le interessenze di terzi, si attesta invece a 104,6 milioni; il confronto omogeneo con il dato dell'esercizio precedente (che beneficiava di un'operazione fiscale straordinaria pari a circa 25,1 milioni, rispetto ai 7,6 milioni iscritti nell'esercizio 2011) evidenzia un incremento del 5,3%. Nel confronto storico con il bilancio del 2002, l'utile netto è aumentato di 3,15 volte.

 

LE AREE D'ATTIVITA' - L'area Ambiente (rifiuti, termovalorizzatori, ecc) ha contribuito al MOL del Gruppo per il 30,1%, quasi come l'area Gas, che fornisce il 32,4% delle risorse economiche. Significativo l'incremento dell'area Energia Elettrica, che sale a 73,2 milioni (+22,5% rispetto ai 59,8 milioni del 2010), grazie all'apertura di nuovi mercati e la vendita di oltre 10 teraWatt di energia. Il MOL dell'area Ciclo Idrico Integrato, che comprende i servizi di acquedotto, depurazione e fognatura, rappresenta infine il 23,3% del bilancio.

 

 

"La crescita dei risultati in tutte le aree di attività fin dalla costituzione del Gruppo, anche in periodi di difficoltà economica e finanziaria, dimostrano la validità delle scelte strategiche perseguite e la solidità dei vantaggi competitivi consolidati fin qui", spiega Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Hera. "Ciò conferma anche l'efficacia dell'originale modello di aggregazione su cui è stata costruita l'esperienza di Hera. Questi risultati, uniti a una solida struttura finanziaria, ci consentono di proporre anche quest'anno la distribuzione di un dividendo di 9 centesimi per azione, confermando la politica mantenuta in tutti questi anni".

 

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemodena@ilsitodimodena.it