modena
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
LA POLEMICA

Anche il Codacons contro Vasco: “Chiudete il suo profilo Facebook”

Nuovo scontro online tra Vasco Rossi ed il sottosegretario Giovanardi sul consumo di droga: il Codacons denuncia il rocker di zocca alla Polizia Postale
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Dopo la 'sparata' odierna di Vasco Rossi, che su Facebook ha pubblicato un post nel quale si contesta una pubblicità contro la droga, affermando che "non è mai morto nessuno a causa di uso o abuso di marjia!!", il Codacons ha deciso di rivolgersi alla Polizia Postale, chiedendo la chiusura della pagina Facebook dell'artista.
 

"Non vogliamo essere nè bigotti, nè censori - spiega il Presidente Codacons Carlo Rienzi - ma Vasco Rossi non è certo un intoccabile, e riteniamo eccessiva la sua ultima esternazione sulla droga. Si tratta di una dichiarazione diseducativa e addirittura pericolosa, specie se si considera che il pubblico del cantante è composto in larga parte da giovanissimi. Un artista del suo calibro, proprio per l'elevato seguito di fan, non può abbandonarsi con tanta superficialità ad affermazioni a favore della droga, e soprattutto non può scrivere che l'abuso di marijuana non porta alla morte, perchè così facendo lancia un messaggio sbagliato e pericoloso'.
 

Per tale motivo – si legge in una nota – il Codacons ha deciso di chiedere alla Polizia Postale di intervenire, chiudendo la pagina Facebook del cantante, onde evitare che un messaggio di tale portata venga ulteriormente diffuso.  

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemodena@ilsitodimodena.it