modena
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
Tuesday, 23 December 2014 - 05:33
X
OMICIDIO

Indagini, il camionista ucciso da due colpi di fucile

Emergono i dettagli circa l'omicidio del camionista napoletanto, Michele Langella di 38 anni. Si ipotizza un tentativo di rapina
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nuovi particolari emergono dalle indagini sulla morte di un camionista, avvenuta ieri notte mente l'uomo sostava in una piazzola dell'A1, nei pressi di Castelfranco. Secondo la Polizia scientifica, intervenuta sul luogo del delitto ieri mattina, vi sono tutti gli elementi per parlare di omicidio.

 

La vittima è Michele Langella, originario di Poggiomarino (Napoli), 38 enne incensurato, dipendente della ditta di trasporti Del Vecchio, probabilmente fermatosi durante la notte per riposare, mentre era diretto in Lombardia con il suo carico di succhi di frutta.

Alcuni testimoni, abitanti delle campagne circostanti, hanno detto di aver notato il Tir fermo fin dalle 5 del mattino e di aver poi sentito alcuni spari poco prima dell'alba, provenienti proprio dalla zona del cavalcavia "del cimitero" di Piumazzo, nei pressi del quale camionista aveva deciso di sostare.

 

Sul cadavere sono state rinvenute le ferite di due colpi di arma da fuoco, un fucile caricato a pallini, oltre a diverse contusioni, segni di colluttazione. Il corpo era riverso in una pozza di sangue, in mutande, e non è stato rinvenuto il portafoglio. La ricostruzione degli inquirenti ipotizza la rapina come movente: due uomini avrebbero rotto il finestrino con un sasso, introducendosi nella cabina e ingaggiando un corpo a corpo con il camionista, svegliatsi di soprassalto. Uno degli aggressori avrebbe poi sparato i due colpi letali, rompendo anche il finestrino del lato conducente.

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemodena@ilsitodimodena.it