modena
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
Tuesday, 23 September 2014 - 18:20
X
SERIE B

Sassuolo – Reggina 4-1, poker neroverde

PescarA, ora rimane il terzo posto
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Il Sassuolo rialza la testa dopo la disfatta di Torino; i ragazzi di Pea vincono e convincono, attenti in difesa e cinici davanti : il mix perfetto ! Quest’oggi hanno avuto un atteggiamento opposto rispetto a martedì , infatti non hanno aspettato di ripartire in contropiede, ma hanno attaccato dall’inizio.

 

Il Sassuolo parte forte, ma la prima palla goal è degli ospiti dopo dodici minuti  : gli amaranto guadagnano una punizione dai venticinque metri e Nicolas Viola centra la traversa. Sulla ribattuta colpisce bene Melara, ma Pomini para. Intorno alle 15 : 20 altra scossa di terremoto a Modena, sentita anche all’interno dell’impianto e alcuni spettatori in tribuna si sono spostati per qualche istante dal loro posto coperto, ma per fortuna non è successo nulla di grave. In campo il gioco non si è interrotto e proprio in quegli istanti l’estremo difensore reggino Belardi è dovuto uscire dal campo per infortunio e al suo posto è entrato Zandrini.

Al 27° al limite dell’area di rigore della Reggina Adejo tocca la palla con la mano, ma la sfera giunge lo stesso a Missiroli ( ex di turno ) che segna; il direttore di gara annulla espellendo Adejo e assegna la punizione dal limite ai padroni di casa, che finirà poi contro la barriera.

Il Sassuolo sfrutta la superiorità numerica al 37° con Sasà Bruno, l’esperto bomber, che su calcio d’angolo ben eseguito da Sansone gira abilmente di testa nell’angolino basso, inparabile !

Gli ospiti però pareggiano i conti dopo solo due minuti con Viola che con una punizione analoga a quella descritta precedentemente tira sotto la traversa scheggiando il palo interno. Uno pari.

 

Poco dopo l’inizio della ripresa il Sassuolo si riporta in vantaggio con Cofie, che tira da fuori area. I nero verdi fanno fatica a chiudere la pratica è vero e anzi rischiano ancora di farsi rimontare, ma il goal del 3 - 1 arriverà a 10 minuti dal termine. Boakye, attaccante ghanese classe 93 da maggior peso all’attacco di Pea, che si era un po’ spento nella parte centrale della ripresa. Qualche minuto dopo su punizione defilata Sansone tira e grazie a una deviazione la palla finisce in rete per la quarta volta... il poker è servito ! Mister Pea ha dichiarato che la sua squadra ha avuto la fortuna di giocare gran parte del match in undici contro dieci, ed è molto soddisfatto dell’operato dei suoi, bravi dietro e spietati davanti. Ora visto che il Pescara ha vinto per tre a uno a Marassi ed è tornato in serie a dopo diciannove anni, i nero verdi devono pensare esclusivamente al terzo posto, per iniziare nel migliore dei modi i play-off. Nulla è ancora perduto…

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemodena@ilsitodimodena.it