modena
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
LE INDAGINI

Omicidio maresciallo Spedicato, fermati due nigeriani

I due cittadini africani sono stati ripresi dalle telecamere mentre si allontanavano frettolosamente dal luogo del delitto. Fermato anche un terzo loro connazionale, trovato in possesso del televisore della vittima
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Le indagini condotte dal Pm Enrico Stefani ha permesso di individuare quelli che con fondata probabilità si ritengono i colpevoli dell'omicidio del maresciallo Salvatore Spedicato. Si tratta di due cittadini nigeriani, di giovane età, i quali sono stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza della zona di viale Barozzi dove alloggiava il maresciallo dell'esercito.

 

Nelle immagini si colgono i due individui che si allontanano frettolosamente, trasportando un oggetto di considerevoli dimensioni, alle ore 23 circa di mercoledì sera. I due nigeriani sono stati fermati ed identificati. Contemporaneamente è partita la perquisizione di un'abitazione in cui risiede un terzo cittadino straniero, nella quale è stato rinvenuto il televisore sottratto dall'appartamento della vittima, insieme ad altri effetti personali.

 

Tutto quanto sembra delineare un quadro chiaro e inequivocabile, tanto che si attende solamente la confessione diretta degli assassini per comprendere le dinamiche che hanno portato alla morte del maresciallo dell'esercito.

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemodena@ilsitodimodena.it