modena
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
FORMULA UNO

La Ferrari affonda, delusione dei piloti e di Domenicali

“Molto rammarico” nelle parole di Domenicali dopo la sfortunata gara di Montreal e i due piloti escono a testa bassa
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Dopo la doccia fredda del Gran Premio del Canada il team Ferrari si lecca le ferite e fa le valigie per Valencia, dove si correrà la prossima gara, senza tanta voglia di guardare indietro. E' chiaro a tutti che si tratta di una grande occasione mancata, in circostanze in cui il mezzo tecnico poteva finalmente competere con la Red Bull di Vettel, ma che le circostanze sfortunate e qualche leggerezza in gara hanno sostanzialmente annullato.

 

Stefano Domenicali, team manager della Rossa, commenta così la prestazione della sqadra: “C’è molto rammarico in noi al termine di questo caotico Gran Premio del Canada. Oggi avevamo il potenziale per lottare per la vittoria ma tutto quello che poteva andare storto ha preso questa direzione. Alla fine, il sesto posto di Felipe è certamente un risultato duro da mandar giù se si pensa a come è finita la gara. Due episodi in particolare – il contatto di Fernando con Button e il doppiaggio di Karthikeyan che ha provocato l’uscita di pista di Felipe – lasciano tanto amaro in bocca. Ora dobbiamo cancellare dalla nostra testa questa domenica ma non il fatto che il livello della nostra prestazione è stato all’altezza della situazione, così come si era visto due settimane fa a Monaco. Dobbiamo ripeterci già a partire da Valencia e poi migliorarci in vista di quelle gare, penso innanzitutto a Silverstone, dove l’efficienza aerodinamica conterà di più e magari la nuova interpretazione del regolamento sugli scarichi potrebbe cambiare i rapporti di forza in campo.”

 

Fernando Alonso, ritirato per incidente nel finale di gara, analizza così la sua performance canadese: “E’ andato tutto di traverso, sin da questa mattina quando abbiamo visto che pioveva. Avevamo fatto la miglior qualifica dell’anno e ci siamo ritrovati a partire dietro la safety-car quando sentivo che le intermedie per me erano le migliori gomme. Quando le abbiamo montate allora è arrivato il diluvio e la bandiera rossa che ha consentito a chi non aveva cambiato gli pneumatici di farlo praticamente gratis. Infine c’è stato il contatto con Button che, come ultima beffa, si è risolto con la mia macchina ferma in bilico su un cordolo, senza possibilità di ripartire. E’ un vero peccato perché oggi avevamo davvero un buon passo di gara ma siamo stati sfortunati: non è la mia sensazione, è un fatto. Quando non si raccolgono punti allora bisogna cercare di voltare subito pagina e guardare alla prossima gara. Credo che a Valencia potremo fare bene perché anche quello è un circuito su cui la nostra macchina dovrebbe andare bene, come si è visto anche qui. Il campionato non è ancora finito ma è chiaro che dobbiamo sperare negli errori altrui per avere delle speranze. Il livello della nostra prestazione qui è stato buono, in particolare per le caratteristiche del circuito ma anche per gli aggiornamenti che abbiamo portato. Dobbiamo continuare a testa alta, avere fiducia nelle nostre capacità e lavorare tanto.”

 

Dello stesso avviso il brasiliano Felipe Massa: “Non è un sesto posto che mi possa soddisfare, visto il potenziale che avevamo a disposizione. Le mie chance di finire sul podio e, visto come sono andate le cose, di lottare per la vittoria sono svanite nel doppiaggio di Karthikeyan: lui andava molto piano sulla parte asciutta della pista ma poi, quando lo stavo superando passando sul bagnato, ha riaccelerato e io ho perso il controllo della vettura finendo contro il muro. Grazie alla successiva safety-car sono riuscito a riaccordarmi al gruppo e poi, nel finale, ho sorpassato diverse macchine fino a risalire alla sesta posizione. Sono arrabbiato, inutile negarlo. Abbiamo fatto una buona qualifica ed eravamo nei primi tre fino alla bandiera rossa. Poi è successo quello che è successo e tutto è sfumato. Sono contento di come si è comportata la macchina, sia con le gomme da bagnato estremo che con quelle da asciutto mentre con le intermedie ero un po’ più in difficoltà. Ora andiamo a Valencia, una pista dove potremo essere competitivi, visto che ha delle caratteristiche abbastanza simili a questa. Avremo le gomme medie, che abbiamo provato venerdì scorso: vedremo che tipo di aderenza offriranno.”

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemodena@ilsitodimodena.it