modena
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
Friday, 29 August 2014 - 05:12
X
LA CAMPAGNA

#Salvaiciclisti, le due ruote si appellano ai sindaci

Lettera aperta ai primi cittadini per il sostegno alla campagna per la tutela dei ciclisti nelle aree urbane. La battaglia lanciata dal Times e esplosa sui social network diventa anche un disegno di legge
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Tutto è nato dall'autorevole quotidiano britannico The Times, che ha lanciato nelle scorse settimane una campagna per la sicurezza dei ciclisti nelle città. Il fenomeno è letteralmente esploso sui social network, arrivando fino al nostro paese e alla nostra provincia, dove l'utilizzo della bicicletta è un fattore culturale ben radicato e spesso dibattuto.

 

Con il tag #salvaciclisti (su Twitter) le proposte della campagna di sensibilizzazione hanno riscosso talmente successo che diversi gruppi si sono riuniti per scrivere una lettera ai sindaci e agli amministratori locali.

La riportiamo integalmente:

 

Caro Sindaco,
Come avrà già avuto modo di apprendere dalle notizie degli ultimi giorni, l’Italia si posiziona al terzo posto in Europa per mortalità in bicicletta. Negli ultimi 10 anni, ben 2.556 ciclisti hanno perso la vita sulle nostre strade ed è per porre freno a questa situazione che due settimane or sono abbiamo lanciato in Italia la campagna#salvaiciclisti con cui abbiamo chiesto al Parlamento italiano l’applicazione degli 8 punti del Manifesto del Times.
 
In questi i giorni il Parlamento sta facendo la propria parte ed una proposta di legge sottoscritta da quasi tutte le forze politiche è pronta per la presentazione alla Camera e al Senato.
 
Senza il suo preziosissimo contributo di amministratore locale, però, anche la migliore delle leggi rischia di restare lettera morta ed è per questo che siamo a chiedere la sua adesione alla campagna #salvaiciclisti per il miglioramento della sicurezza dei ciclisti nella sua città.
 
Aderendo a #salvaiciclisti si impegnerà quindi a:
1. Garantire l’applicazione a livello locale degli 8 punti del Manifesto del Times per le aree di competenza comunale,
2. Formulare le opportune strategie per incrementare almeno del 5% annuo gli spostamenti urbani in bicicletta nei giorni feriali,
3. Contrastare il fenomeno del parcheggio selvaggio (sulle strisce pedonali, in doppia fila, in prossimità di curve ed incroci, sulle piste ciclabili),
4. Far rispettare i limiti di velocità stabiliti per legge e istituire da subito delle “Zone 30″ e “zone residenziali” nelle aree con alta concentrazione di pedoni e ciclisti,
5. Realizzare, qualora mancante, un Piano Quadro sulla Ciclabilità o Bici Plan,
6. Monitorare e ridisegnare i tratti più pericolosi della città per la viabilità ciclistica di comune accordo con le associazioni locali,
7. Redigere annualmente un documento pubblico sullo stato dell’arte nel proprio comune di competenza della viabilità ciclabile indicando i risultati dell’anno appena trascorso e gli obiettivi futuri,
8. Dotare ogni strada di nuova costruzione o sottoposta ad interventi straordinari di manutenzione straordinari con un percorso ciclabile che garantisca il pieno comfort del ciclista,
9. Promuovere una campagna di comunicazione per sensibilizzare tutti gli utenti della strada sulle tematiche della sicurezza,
10. Dare il buon esempio recandosi al lavoro in bicicletta per infondere fiducia nei cittadini e per monitorare personalmente lo stato della ciclabilità nella sua città
 
È perché riteniamo che la campagna #salvaiciclisti sia dettata dal buon senso e da una forte dose di senso civico che chiediamo un suo contributo affinché anche in Italia il senso civico e il buon senso prendano finalmente il sopravvento.
Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemodena@ilsitodimodena.it